Scarpe-da-calcio.com

LE VARIE TIPOLOGIE DI PELLI
DELLE SCARPE DA CALCIO
PELLI SCARPE DA CALCIO

Un fattore da prendere attentamente in considerazione quando si acquista un paio di scarpe da calcio è la consistenza della tomaia, ossia la parte superiore della scarpa (quella con la quale avviene il contatto con la palla).  Il materiale maggiormente utilizzato oggi per la realizzazione delle tomaie delle moderne scarpe da calcio è senza dubbio la pelle, sia naturale che sintetica. In linea generale, possiamo affermare che le pelli naturali, per via della loro morbidezza e capacità di aderire perfettamente alla forma del piede, garantiscono una maggiore sensibilità nel contatto con la palla e una maggior comodità. Le pelli sintetiche invece sono vantaggiose soprattutto in termini di durabilità e capacità di resistenza all’acqua.

Attualmente, tuttavia, si stanno diffondendo sempre più le scarpe realizzate con tomaie miste. In questo tipo di scarpe, in genere, la punta è realizzata in pelle naturale, mentre il resto della tomaia e' in pelle sintetica. Vediamo ora nei dettagli le caratteristiche delle 3 principali tipologie di pelli:

Pelle di canguro. La pelle di canguro (K- leather, in inglese) è una tipologia di pelle di altissima qualita': le scarpe da calcio realizzate con questo tipo di pelle sono, non a caso, tra le più care che vedremo mai in un qualsiasi negozio di sport. La pelle di canguro è caratterizzata da una straordinaria morbidezza e flessibilita', e in virtu' di cio' riesce a modellarsi perfettamente alla forma naturale del piede e a garantire una grandissima sensibilita' nel contatto col pallone. La pelle di canguro, pero', offre, generalmente, una durabilita' inferiore rispetto ad altre tipologie di pelli, ed ha, inoltre, lo svantaggio di non essere impermeabile (a meno che sia trattata con qualche particolare processo industriale), per cui in condizioni piovose puo' subire un considerevole aumento di peso.

Pieno fiore. Quando si parla di scarpe da calcio, per pieno fiore, si intende, sostanzialmente, lo strato superiore della pelle di vitello, che e' piu' morbida e piu' pregiata rispetto alla parte centrale. Comparata con la pelle di canguro, il pieno fiore e' caratterizzato da una minor morbidezza e flessibilita': prima di modellarsi perfettamente alla forma naturale del piede, richiede, quindi, un po' piu' di tempo, e la sensibilita' nel tocco, seppur ottima, appare leggermente inferiore. Di contro, pero', il pieno fiore, assorbe, generalmente, un po' meno acqua e offre maggior garanzie in termini di durabilita'.

Pelli sintetiche. Le pelli sintetiche sono pelli caratterizzate da un livello di morbidezza e flessibilita' decisamente inferiore rispetto a quello offerto dalle pelli naturali, per cui garantiscono minor sensibilità nel contatto col pallone, e soprattutto, non si adattano alla forma del piede in maniera ottimale. Di contro, pero', offrono una maggior durabilità, mantengono meglio nel tempo la loro forma (ovvero non si allargano di tanto), richiedono una minor manutenzione, e soprattutto assorbono pochissima acqua (talvolta anche nulla), per cui restano leggere anche in condizioni piovose. Nella maggior parte dei casi, le pelli sintetiche sono utilizzate per la realizzazione delle scarpe da calcio di livello amatoriale. Tuttavia, grazie all’utilizzo di tecnologie sempre piu' avanzate, le pelli sintetiche stanno raggiungendo un livello di morbidezza e flessibilita' sempre maggiore, e in alcuni casi arrivano ad essere performanti quasi come le pelli naturali.

Articolo scritto il: 8 Marzo 2011
da Francesco Patane'
© RIPRODUZIONE VIETATA



Protected by Copyscape Online Plagiarism Tool
Copyright©Scarpe-da-calcio.com
La riproduzione, anche parziale, del contenuto di queste pagine, è vietata
partita iva IT05178480876 di FRANCESCO PATANE'
sito