Scarpe-da-calcio.com

asics lethal tigreor 5
asics lethal tigreor 5

 LETHAL TIGREOR 5 

asics lethal tigreor 5

Premessa. Lanciate in occasione degli Europei di Calcio 2012 in Ucraina e Polonia, le Lethal Tigreor 5 nascono dall’evoluzione delle popolarissime Lethal Tigreor 3 e 4, ovvero le scarpe da calcio con le quali il “piccolo grande” Toto’ Di Natale dell’Udinese si è laureato capocannoniere della Serie A per ben due stagioni consecutive (2010-2011 e 2011-12). Con questa nuova uscita, Asics ha voluto migliorare ulteriormente le cose, creando una scarpa molto simile alle precedenti Lethal Tigreor, ma con un peso inferiore e una configurazione di tacchetti ancor più performante. Per la prima volta, inoltre, le Lethal Tigreor sono disponibili in due varianti: una con tomaia in pelle di canguro + sezioni laterali e posteriori in microfibra, e un’altra con tomaia realizzata interamente in microfibra. Nella stagione di Serie A 2012-2013, oltre al già citato Toto’ Di Natale, le Asics Lethal Tigreor 5 sono state indossate, regolarmente, anche da altri giocatori piuttosto importanti, tra cui il portiere della Fiorentina Emiliano Viviano e il difensore centrale dell'Atalanta Stefano Lucchini.

Tomaia. Analogamente a quanto fanno molte delle aziende produttrici di scarpe da calcio, anche l’Asics, per queste nuove Lethal Tigreor 5, ha deciso di offrire al potenziale acquirente la possibilità di scegliere tra due diverse varianti: una con tomaia in pelle di canguro + inserti in microfibra sulle parti laterali e posteriori, e un’altra con tomaia realizzata interamente in microfibra. In entrambe le versioni, il peso è uguale: 255 grammi. Facendo un confronto, il modello in pelle di canguro, rispetto a quello in microfibra, garantisce una sensibilità migliore, soprattutto quando si calcia, poiché la sezione di tomaia in pelle di canguro si trova proprio su tutta la parte anteriore, che è, appunto, quella con la quale, generalmente, si calcia in porta o si crossa. Il modello realizzato interamente in microfibra, garantisce, invece, un livello di aderenza piede/tomaia leggermente superiore, zero assorbimento d’acqua in caso di pioggia, maggior durabilità, e soprattutto, non richiede alcuna manutenzione (se non la pulizia interna ed esterna, ovviamente). In termini di protezione, entrambe le versioni sono estremamente soddisfacenti: la tomaia, infatti, risulta ottimamente imbottita, dalla punta fino alla parte posteriore, dove si trova, tra l'altro, un robustissimo copri-tallone interno. L’unico punto che desta qualche perplessità è parte centrale della linguetta d’allacciatura: questa, infatti, a differenza della parte superiore (che è ottimamente imbottita) risulta costituita da una sottile rete sintetica (o mesh, che dir si voglia), che da un lato garantisce un’ottima traspirabilità, ma dall’altro rende piuttosto dolorosi gli eventuali pestoni che si possono subire in questo punto specifico della scarpa. Per il restante 95% della superficie della tomaia, però, le Lethal Tigreor 5 risultano, come già detto, decisamente protettive, se non forse, le più protettive sul mercato. E’ interessante notare, infine, come il numero dei fori sulla zona di allacciatura, sia diverso tra lato destro e lato sinistro (7 su uno e 6 sull’altro). Questa discrepanza, più precisamente, si crea all’altezza del terzo foro di allacciatura, dove si noterà, infatti, come una delle due estremità del laccio, scompaia, letteralmente, sotto la tomaia (vedi foto in alto). Andando a controllare l’interno della scarpa, si farà una scoperta sorprendente: in questo, punto, infatti, il laccio si distacca dalla tomaia e passa attraverso una sorta di “cinturino" interno realizzato in pelle sintetica. Lo scopo di tale cinturino (o inserto, che dir si voglia), è quello di fornire maggiore stabilità al piede in occasione delle sollecitazioni laterali, ovvero quando si eseguono i rapidi cambi di direzione. Un accorgimento tecnico, questo, davvero originale, oltre che efficace.

Heel Gradient 10mm. Esattamente come altri modelli Asics, anche le Lethal Tigreor 5 presentano una caratteristica che, ormai da tempo, rende le scarpe da calcio Asics diverse da quelle di qualsiasi altra marca sul mercato. Parliamo, cioe', del cosiddetto Heel Gradient 10mm, che sostanzialmente significa che, la parte posteriore della suola e' 10 millimetri piu' spessa (e quindi piu' alta) di quella anteriore.Tale differenza di spessore e' ottenuta tramite l'inserimento di un'intersuola, che e' realizzata con uno speciale materiale ammortizzante (il Solyte), che e' molto compatto e al tempo stesso, dotato di grandi proprieta' di compressione e ritorno. Tale rialzo, sebbene, all’inizio possa creare qualche leggero senso di disagio (soprattutto a chi non ha mai indossato scarpe da calcio di questa tipologia), comporta dei benefici davvero straordinari: dopo averle indossate, infatti, il corpo, assume automaticamente la postura “biomeccanicamente” perfetta per correre, poiché si trova già, leggermente, proteso in avanti. Grazie a questo rialzo si ha, inoltre, anche una riduzione delle possibilità di infortunio, proprio perché il corpo, essendo già leggermente proteso in avanti, sollecita in misura minore, la schiena, i muscoli del polpaccio, il tendine d’Achille e il tendine rotuleo della coscia. Il bassissimo tasso di infortuni subito in carriera da Toto’ Di Natale (utilizzatore “storico” delle scarpe Asics con Heel Gradient), rappresenta, la prova, forse inconfutabile, che tale tecnologia funziona davvero.

Suola. Per la realizzazione della suola delle Lethal Tigreor 5 l’Asics si è affidata ad un materiale già utilizzato su altri modelli Asics: parliamo cioè del Lytech, un materiale plastico abbastanza leggero e flessibile, e al tempo stesso, estremamente robusto. Come già visto su altre scarpe da calcio Asics, inoltre, anche in queste la parte anteriore della suola include la cosiddetta tecnologia Flex Groove, ovvero delle scanalature che agevolano il corretto piegamento dell’avampiede in fase di corsa. Questo piccolo accorgimento tecnico, unito alla buona flessibilità complessiva della suola e all’ammortizzazione garantita dall’Heel Gradient 10mm, fanno delle Asics Lethal Tigreor 5 una delle scarpe da calcio più comode in assoluto. Per ciò che concerne la configurazione dei tacchetti, questi sono piuttosto numerosi (19, per l’esattezza) e tutti di forma circolare. In campo, tale configurazione, è a dir poco esaltante: il gruppo di 5 tacchetti in corrispondenza della punta della scarpa, infatti, che sono di altezza nettamente inferiore rispetto a quelli presenti nella parte centrale e posteriore, permettono, in fase di accelerazione, di ottenere un grip col terreno veramente fantastico. I tacchetti, inoltre, essendo tutti circolari, riescono a ruotare nel terreno con estrema facilità, e ciò risulta utilissimo in occasione dei rapidi cambi di direzione. Ottimo, infine, è anche il comfort: in fase di corsa, difatti, la pressione esercitata contro i tacchetti viene dispersa benissimo. Una suola, quindi, che non lascia spazio a perplessità di alcun genere e che risulta, senza ombra di dubbio, una delle più performanti in assoluto. Un’ultima precisazione riguardo la suola va fatta in merito alla sua denominazione: sebbene questa sia una suola FG a tutti gli effetti (ovvero specifica per i terreni compatti), l’Asics, come ha sempre fatto anche con altri modelli di scarpe da calcio, usa la dicitura IT anziché FG. La suola con tacchetti in ferro, invece, specifica per i terreni molli o fangosi, viene denominata ST anziché SG.

Calzata/vestibilità. Le Asics Lethal Tigreor 5, data la loro discreta ampiezza frontale, sono scarpe adatte, pressoche', a qualsiasi tipologia di piede. Sia per la versione in pelle di canguro che in quella in microfibra, però, è altamente consigliabile optare per mezza misura più grande della propria taglia standard: in termini di lunghezza, infatti, le Lethal Tigreor 5 appaiono leggermente più “corte” del normale.

Considerazioni finali. Dopo averle esaminate a 360 gradi, diciamo che le Asics Lethal Tigreor 5 sono le scarpe da calcio ideali per tutti quei giocatori a cui interessa, più di ogni altra cosa, il comfort e la protezione del piede: si tratta di infatti di scarpe estremamente protettive e caratterizzate da un livello di comfort sicuramente superiore alla media. Prendendo in considerazione il loro rapporto qualità/prezzo, si tratta, probabilmente, di una delle migliori scarpe da calcio in circolazione. Per chi fosse indeciso tra la versione in pelle di canguro e quella in microfibra (che è, comunque, abbastanza difficile da reperire sul mercato), diciamo che le prime garantiscono più sensibilita’ quando si calcia, mentre le altre garantiscono un miglior livello di aderenza piede/tomaia, zero assorbimento d’acqua in caso di pioggia, e una maggior durabilità. A voi la scelta.

Scritto il: 22 Aprile 2013
da Francesco Patane'
© RIPRODUZIONE VIETATA

In sintesi

ASICS LETHAL TIGREOR 5  

caratteristiche tecniche: allacciatura simmetrica, suola in Lytech, tacchetti circolari, tomaia in microfibra o in pelle di canguro+inserti in microfibra, peso 255 grammi
indossata soprattutto da: attaccanti, difensori centrali, portieri
note particolari: grazie alla presenza di una speciale intersuola, la parte posteriore della scarpa e' 10 millimetri piu' alta rispetto alla parte anteriore. Cio' permette di assumere la postura biomeccanicamente perfetta per correre e di ridurre il carico di lavoro su diverse parti del corpo 

valutazione utenti   


 

 


 

 


 

asics lethal tigreor 5
Protected by Copyscape Online Plagiarism Tool
Copyright©Scarpe-da-calcio.com
La riproduzione, anche parziale, del contenuto di queste pagine, è vietata
partita iva IT05178480876 di FRANCESCO PATANE'
sito